Posts Tagged ‘Ufficio scolastico regionale’
CORECOM ABRUZZO: stipulato protocollo per il progetto “MEDIUCATION” per l’uso dei media nel sistema scolastico regionale

IMG-20131030-WA0005

 

Teramo, 30 ottobre 2013 ‒ Il rettore dell’ Università degli Studi di Teramo Luciano D’Amico, il presidente della Fondazione Università degli Studi di Teramo Francesco Benigno, il presidente Corecom nazionale Filippo Lucci, il responsabile del progetto Manuel De Nicola, il dirigente generale dell’Ufficio scolastico regionale dell’Abruzzo Ernesto Pellecchia e il delegato del Rettore dell’Università di Chieti-Pescara Giselda Antonelli presentano questa mattina un corso di formazione rivolto ai docenti delle scuole abruzzesi di ogni ordine e grado, finalizzato a sollevare la problematica dell’uso dei media all’interno del sistema scolastico abruzzese.

Il Corso è la prima iniziativa del progetto “Mediucation – edizione pilota”, promosso e finanziato dal Corecom Abruzzo e realizzato dalla Fondazione Università degli Studi di Teramo in partenariato con l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Abruzzo, l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara e l’Università degli Studi di Teramo.

Il corso si pone l’obiettivo di trasferire conoscenze e sperimentare strategie e strumenti operativi per la media education, per diffondere nel sistema scolastico abruzzese la necessaria consapevolezza sugli effetti dell’uso dei media da parte dei minori e per far emergere e valorizzare le buone prassi già sperimentate nel sistema scolastico regionale in tema di media education.

L’iscrizione e la frequenza al corso sono gratuite.

Per iscriversi è necessario dare la propria disponibilità sia a frequentare la formazione frontale, sia a sperimentare presso la scuola di appartenenza un progetto di media education che preveda il coinvolgimento attivo dei propri studenti. La domanda di iscrizione deve essere compilata e inviata esclusivamente on-line accedendo all’indirizzo http://fondazioneuniversitaria.it/progetto-mediucation.html. Il termine di scadenza è fissato alle ore 23.59 del 13 novembre 2013.

Per l’occasione i partner del progetto “Mediucation – edizione pilota”, firmeranno un protocollo di intesa per un intenso e costante programma di attività per diffondere all’interno del sistema scolastico dell’Abruzzo la consapevolezza della problematica dell’uso dei media da parte dei minori, la cultura della responsabilità e l’adozione di buone prassi in tema di media education.

Il progetto Mediucation risponde agli obiettivi dell’Agenda Digitale Italiana e del Gruppo di lavoro interministeriale “Competenze digitali”, coordinato dal MIUR, che prevedono azioni di riqualificazione della scuola per rendere l’offerta educativa e formativa coerente con l’evoluzione in senso digitale di tutti gli altri settori della società.

 
PUGLIA – Studenti e docenti a confronto su educazione e media

Il Corecom Puglia, l’Ufficio Scolastico regionale pugliese e la Polizia Postale hanno promosso il convegno ”Giornata della Media Education 2011”, cittadinanza digitale ed emozioni in rete che si terra’ venerdi’ 25 marzo nell’Auditorium dell’II.SS. ”Majorana” di Bari, al quale parteciperanno importanti Autorita’ istituzionali per prefigurare un piano di iniziative volte, da una parte, a sostenere il lavoro dei docenti e dei dirigenti scolastici, dall’altra, a offrire occasioni sempre piu’ efficaci per un rapporto positivo e proficuo tra il mondo dei bambini e dei ragazzi e quello della Comunicazione. Lo riferisce una nota del Consiglio regionale della Puglia.

E’ prevista la partecipazione di 250 tra alunni di scuola media, studentimedia delle superiori, genitori, docenti e dirigenti degli Istituti impegnati nella realizzazione del progetto Teleduchiamoci e circa 100 docenti e dirigenti scolastici rappresentanti dei ”Corsi di Media Education”.

Nelle 6 province pugliesi si e’ svolto un percorso laboratoriale che ha portato alla realizzazione di altrettanti cortometraggi che saranno valutati da una giuria.

Ogni team ha scelto di indagare un aspetto del complesso rapporto media-ragazzi: dai programmi tv (talk, reality), al rapporto vecchi e nuovi media, ai social network, alla pubblicita’.

I progetti sono stati realizzati attraverso trenta ore di laboratorio in cui hanno lavorato fianco a fianco adulti e ragazzi, aiutati da esperti di media education e di multimedialita’. Un risultato molto importante e’ stata l’acquisizione di una maggiore consapevolezza da parte degli adolescenti e degli adulti del modo in cui i media elettronici si insinuano nella nostra vita quotidiana.