Posts Tagged ‘Roberto Rosso’
PIEMONTE: fine mandato del Corecom

Sono orgoglioso del lavoro svolto dal Corecom Piemonte in questi cinque anni di mandato” ha affermato il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, aprendo il 27 giugno il convegno del Comitato al Teatro Carignano. Il presidente ha proseguito auspicando “che l’Assemblea regionale possa modificare in tempo utile la normativa sul Corecom per adeguarla alla legge nazionale per portare da 8 a 5 i componenti del Comitato, riducendone i costi. In questo modo potremo lanciare il bando per le nuove nomine del Corecom con l’impegno di potenziarne gli uffici, secondo le richieste dell’Autorità nazionale, per permettere al Comitato di decidere le controversie in quei pochi casi di fallimento (in Piemonte solo il 15%, contro una media nazionale del 30%) della conciliazione gratuita delle controversie tra utenti e gestori di telefonia e comunicazioni”.

Il convegno – che partendo dall’illustrazione dell’attività svolta dal Comitato ha affrontato le principali tematiche in materia di comunicazione e diritti dei cittadini – è stato inframmezzato da diversi momenti di intrattenimento con artisti piemontesi.

L’orgoglio di questi 5 anni di attività – ha affermato il vicepresidente del Comitato Roberto Rossonon è tanto aver aumentato notevolmente l’attività del Corecom e averne diffuso la conoscenza tra i cittadini, ma averlo reso autorevole al punto che il nostro contributo, ai vari tavoli istituzionali, è stato chiesto anche al di fuori delle nostre strette competenze di legge come per la soluzione dei problemi derivanti dal passaggio delle trasmissioni tv dall’analogico al digitale”.

Tra le autorità intervenute, l’assessore William Casoni in rappresentanza dell’Esecutivo di Piazza Castello, ha rilevato che “al di là delle polemiche sui costi del Comitato, comunque da analizzare con attenzione prima di ogni pur legittima critica, le conciliazione gratuite del Corecom hanno fatto risparmiare 10 milioni di euro ai cittadini piemontesi”.

Il commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Martusciello, ha parlato “dell’estremo apprezzamento per l’impegno e i risultati ottenuti dal Corecom Piemonte che ha contribuito grandemente, insieme agli altri Comitati, a un nuovo e migliore rapporto tra cittadini e Stato”.

Alla serata erano presenti numerosi presidenti di Corecom, compreso il coordinatore nazionale, Francesco Soro, che ha “apprezzato il contributo del Comitato piemontese in particolare per il ruolo di capofila nel progetto nazionale della tv di qualità”.

Oltre ai rappresentati delle più importanti compagnie telefoniche – Vodafone, Telecom Italia, Wind, Fastweb, BT Italia e H3G – sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni di difesa dei consumatori, numerosi editori locali e il rappresentante dell’Associazione nazionale delle tv locali.

 
PIEMONTE: evento “Cinque anni di Corecom 2006-2011”

Lunedì 27 giugno 2011, ore 21.00 | Teatro Carignano | P.zza Carignano 6 – Torino

Il 28 giugno 2011 giunge a naturale conclusione il mandato quinquennale del Corecom Piemonte. Intensa, in questi cinque anni, la sua attività: dalle conciliazioni telefoniche alla tutela dei minori, dalla par condicio alla TV di qualità, dagli impianti e tecnologie nelle telecomunicazioni ai media locali.

Il tutto sarà condensato nel cofanetto composto da sette volumi che verrà presentato nel corso della serata e che intende essere una “summa” dei momenti salienti dell’impegno profuso e dei risultati conseguiti nelle materie di competenza del Comitato nel periodo 2006-2011.

Programma

Saluto del Vice Presidente del Corecom Piemonte Roberto Rosso

Saluto dei Rappresentanti delle Istituzioni

Presentazione della pubblicazione Cinque anni di Corecom 2006-2011 a cura dei Commissari Corecom

Intrattenimento musicale e cabarettistico con

Emma Re, Quartetto Postacchini, Sorelle Suburbe,

Pietro Del Vecchio, Luca Zanetti

Presenta Emma Re

Corecom Piemonte
via Lascaris 10, 10121 – Torin
tel. 011.5757838 – 011.5757137 | fax 011.5757845
info.corecom@consiglioregionale.piemonte.it | margherita.occhetti@consiglioregionale.piemonte.it

Ufficio Stampa: tel. 011.5757252
uff.stampa@consiglioregionale.piemonte.it

 
PIEMONTE – Incontro tecnico sulla diffusione del segnale Rai

Il 7 marzo nella Sala dei Presidenti di Palazzo Lascaris si è svolta una riunione tecnica sul tema della problematica ricezione del segnale digitale terrestre Rai, convocata dal Corecom Piemonte, alla luce delle segnalazioni presentate alla Provincia di Torino.

Oltre al vicepresidente del Corecom, Roberto Rosso, ha partecipato all’incontro una delegazione della Provincia di Torino guidata dal presidente del Consiglio provinciale, Sergio Bisacca.

Al tavolo erano poi presenti: Valerio Santoro responsabile di RAI – Direzione Strategie Tecnologiche; Giovanni D’Amore per ARPA – Piemonte (Dipartimento Radiazioni Ionizzanti e non Ionizzanti); Sergio Schiavi per la Giunta regionale – Direzione Innovazione, Ricerca e Università.

Ci siamo impegnati con i rappresentanti della RAI – ha detto il vicepresidente Rosso a procedere al monitoraggio a tappeto del territorio che vorremo svolgere di concerto con ARPA, CSP, Province e Giunta regionale. In cambio la RAI, attraverso i contratti di servizio in atto o con eventuali accordi ad hoc, si impegna a attuare i necessari interventi tecnici per potenziare e settare il segnale. È partito, quindi, sotto i migliori auspici questo tavolo di confronto che sarà riconvocato nella prima settimana di aprile. Il TG 3 Piemonte non solo è difficilmente visibile nella parte orientale del Piemonte, ma vi sono anche molti punti critici nel rimanente territorio: quasi 60 comuni in Provincia di Torino, nelle vallate e in diverse aree cittadine di Torino e negli altri capoluoghi. Il lavoro che ci proponiamo è iniziato con RAI, l’emittente generalista alla quale tutti paghiamo il canone, ma proseguirà con Mediaset e le tv locali. Naturalmente sono previste audizioni con tutti i soggetti interessati”.

Nel corso della riunione si è parlato della proposta del Comitato per migliorare l’informazione agli utenti, in collaborazione con l’Esecutivo regionale, attraverso un numero verde e la pubblicazione di un vademecum sull’utilizzazione di decoder e apparecchi digitali. Sono anche emerse diverse problematiche: la necessità di congelare le frequenza sulle quali lavorare, essendo ancora la situazione fluida; la possibilità di sopperire con un carousel satellitare alla mancanza di segnale in zone orograficamente particolarmente penalizzate; i numerosi casi di impianti di proprietà degli enti locali non ancora digitalizzati e la mancanza di fondi per i necessari interventi; la sudditanza verso la Lombardia derivante dalla altissima potenza del segnale proveniente oltre Ticino; la delicatezza della messa a punto delle emissioni digitali.