Posts Tagged ‘piemonte’
NOMINATO IL NUOVO ESECUTIVO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE DEI Co.Re.Com.

trento 1

 

Roma, 23 luglio 2013 – Si è svolto presso la sala della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e Province autonome, il Coordinamento Nazionale dei Co.Re.Com. presieduto dal dottor Filippo Lucci. Alla presenza dei rappresentanti regionali, il Presidente Lucci ha illustrato la sua proposta di composizione del nuovo organo Esecutivo, che va così a completare l’organigramma nazionale del Coordinamento, dopo la sua conferma alla guida dello stesso.

“Ho tenuto conto – ha spiegato Lucci – della disponibilità offerta da parte dei Presidenti Regionali, poiché voglio sottolineare che si tratta dell’assunzione di un impegno importante, per cui la caratteristica principale che ho necessità di individuare nei componenti è la volontà di contribuire alla crescita di tutti i Comitati”. Rispetto al passato l’Esecutivo è stato ridotto nel numero di membri, passando da 8 a 5 componenti, al fine di renderlo più agile e rapido nella sua attività ed ottenere dunque risoluzioni che tempestivamente possano divenire efficaci.

“In questo senso – aggiunge Lucci – ho effettuato delle scelte che potessero garantire un principio di rispetto dei territori e di rappresentanza di genere nel costruire la squadra. Sono felice che il Coordinamento abbia apprezzato e che continueremo a lavorare di concerto per il futuro, onde ottenere i migliori risultati possibili”.

Risultano dunque nominati nel nuovo Esecutivo:

Manuela Ghillino (Presidente Co.Re.Com. Valle D’Aosta)

Ciro Di Vuolo (Presidente Co.Re.Com. Sicilia)

Gianni Festa (Presidente Co.Re.Com. Campania)

Pietro Colonnella (Presidente Co.Re.Com. Marche)

Felice Blasi (Presidente Co.Re.Com. Puglia)

  • Bruno Geraci (Delegato a rappresentare i Co.Re.Com. in seno al Comitato “Media e Minori” del MISE).

Conclude Lucci: “Si tratta di una compagine con evidenti competenze, caratteri innovativi ed esperienza tale, che sono sicuro produrremo un ottimo lavoro per gli impegnativi appuntamenti che già ci attendono.”

 
PIEMONTE: il Tribunale di Torino incontra AgCom e Corecom

L’attività di conciliazione del CoReCom sgrava i tribunali di una gran mole di lavoro. Questa la considerazione principale emersa durante l’incontro tra il Presidente del Tribunale di Torino Dott. Mario Barbuto e i Componenti dell’Autorità Garante per le Comunicazioni in Piemonte (Bruno Geraci, Tiziana Maglione e Ezio Ercole): un ampio giro di orizzonte per individuare possibili sinergie.

Gli organi che operano in ambito delle conciliazioni rappresentano per l’Autorità Giudiziaria una griglia efficace – ha detto Barbuto – una prima scrematura che contribuisce ad evitare intasamenti processuali in aula, quindi una giustizia più celere e al servizio delle persone”.

L’incontro di oggi è un importante riconoscimento per il CoReCom Piemonte – ha sottolineato dal canto suo il Presidente Bruno Geraci – nell’ottica di un servizio gratuito che la Regione mette a disposizione dei cittadini nei contenziosi con i Gestori di Telefonia mobile e fissa che, nel solo 2011 hanno risparmiato oltre due milioni di euro”.

 
PIEMONTE: fine mandato del Corecom

Sono orgoglioso del lavoro svolto dal Corecom Piemonte in questi cinque anni di mandato” ha affermato il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, aprendo il 27 giugno il convegno del Comitato al Teatro Carignano. Il presidente ha proseguito auspicando “che l’Assemblea regionale possa modificare in tempo utile la normativa sul Corecom per adeguarla alla legge nazionale per portare da 8 a 5 i componenti del Comitato, riducendone i costi. In questo modo potremo lanciare il bando per le nuove nomine del Corecom con l’impegno di potenziarne gli uffici, secondo le richieste dell’Autorità nazionale, per permettere al Comitato di decidere le controversie in quei pochi casi di fallimento (in Piemonte solo il 15%, contro una media nazionale del 30%) della conciliazione gratuita delle controversie tra utenti e gestori di telefonia e comunicazioni”.

Il convegno – che partendo dall’illustrazione dell’attività svolta dal Comitato ha affrontato le principali tematiche in materia di comunicazione e diritti dei cittadini – è stato inframmezzato da diversi momenti di intrattenimento con artisti piemontesi.

L’orgoglio di questi 5 anni di attività – ha affermato il vicepresidente del Comitato Roberto Rossonon è tanto aver aumentato notevolmente l’attività del Corecom e averne diffuso la conoscenza tra i cittadini, ma averlo reso autorevole al punto che il nostro contributo, ai vari tavoli istituzionali, è stato chiesto anche al di fuori delle nostre strette competenze di legge come per la soluzione dei problemi derivanti dal passaggio delle trasmissioni tv dall’analogico al digitale”.

Tra le autorità intervenute, l’assessore William Casoni in rappresentanza dell’Esecutivo di Piazza Castello, ha rilevato che “al di là delle polemiche sui costi del Comitato, comunque da analizzare con attenzione prima di ogni pur legittima critica, le conciliazione gratuite del Corecom hanno fatto risparmiare 10 milioni di euro ai cittadini piemontesi”.

Il commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Martusciello, ha parlato “dell’estremo apprezzamento per l’impegno e i risultati ottenuti dal Corecom Piemonte che ha contribuito grandemente, insieme agli altri Comitati, a un nuovo e migliore rapporto tra cittadini e Stato”.

Alla serata erano presenti numerosi presidenti di Corecom, compreso il coordinatore nazionale, Francesco Soro, che ha “apprezzato il contributo del Comitato piemontese in particolare per il ruolo di capofila nel progetto nazionale della tv di qualità”.

Oltre ai rappresentati delle più importanti compagnie telefoniche – Vodafone, Telecom Italia, Wind, Fastweb, BT Italia e H3G – sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni di difesa dei consumatori, numerosi editori locali e il rappresentante dell’Associazione nazionale delle tv locali.