Posts Tagged ‘marche’
MARCHE – Presentazione risultati dello studio “L’utilizzo dei nuovi media”

INVITO

Martedì 15 marzo 2011
ore 16:00
Aula Magna Università degli Studi di Macerata
Piaggia dell’Università, 2
Macerata

Presentazione dei primi risultati dell’indagine sociale:

“L’utilizzo dei nuovi media:
una ricerca tra i bambini, gli adolescenti e i genitori
della provincia di Macerata”

Uno studio condotto dal Co.Re.Com. Marche, Comitato Regionale per le Comunicazioni delle Marche, in collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata, grazie al finanziamento della Fondazione Carima, Cassa di Risparmio di Macerata.

Quante ore passano i minori davanti alla tv o al computer? Che uso fanno delle nuove tecnologie? E i genitori, sono sempre in grado di guidare i loro figli alla scoperta del mondo virtuale? Conoscono i pericoli che i piccoli corrono sul Web? Questi solo alcuni degli interrogativi che hanno spinto il Co.Re.Com. Marche – con il supporto scientifico dell’Università degli studi di Macerata – ad indagare abitudini, usi e consumi delle famiglie rispetto ai mezzi di comunicazione, nuovi e tradizionali. Grazie al contributo della Fondazione Carima, l’indagine rileva il fenomeno nel territorio maceratese.
Obiettivo del Co.Re.Com. Marche: scattare una prima istantanea della società marchigiana odierna, per comprenderne i bisogni ed essere così in grado di elaborare azioni concrete a supporto e difesa di genitori e figli, nell’adempimento di quei compiti di tutela dei minori che sono propri del Comitato.

Dopo i saluti delle Autorità, verranno presentati e illustrati i primi, rilevanti, dati della ricerca da:

Marco Moruzzi – Presidente del Co.Re.Com. Marche

Sebastiano Porcu – Curatore della ricerca, Docente di Sociologia presso la facoltà di Scienze della Formazione Università di Macerata

Ilaria Shadi Adel – Laureata in Scienze della Comunicazione Università di Macerata

Interventi:

Mauro Giustozzi – Direttore Amministrativo Università di Macerata – Vice Presidente Co.Re.Com. Marche

Francesco Rocchetti – Componente Co.Re.Com. Marche

Cinzia Grucci – Primo Dirigente Polizia di Stato – Comando delle Marche

Conclusioni:

Prof. Luigi Lacchè – Rettore Università degli Studi di Macerata

 
MARCHE – Seminario sull’informazione televisiva

Il giorno lunedì 28 febbraio 2011 alle ore 15.00
presso la Scuola primaria Augusto Elia
I.C.Posatora-Piano Ovest
Via Urbino – Ancona

si terrà il seminario del
Prof. Marco Deriu

L’informazione televisiva:
correttezza e senso critico

Il prof. Marco Deriu è docente di Etica e deontologia della Comunicazione, di analisi dell’ informazione televisiva. In precedenza ha insegnato alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’’Università di Macerata, attualmente presso l’Università Cattolica di Milano. Svolge attività di media education e corsi su: trasmissioni televisive per bambini, dinamiche comunicative all’interno dei processi formativi ed educativi, analisi testuale degli audio-visivi.

Il seminario è gratuito ed aperto a tutti i cittadini.

 
MARCHE – Corecom lancia l’allarme: Internet e giochi di azzardo, vittime del poker on line anche i bambini

Non abbassare mai la guardia dai pericoli che i bambini possono incontrare se lasciati da soli a navigare nello sconfinato mondo di internet, rischi noti come la pedofilia ma anche nuovi.

Il Corecom Marche Comitato Regionale per le Comunicazioni, da quattro anni impegnato, insieme alla Polizia delle Comunicazioni e con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale in una capillare azione su tutto il territorio regionale per informare adulti sui pericoli che possono correre i bambini se lasciati da soli in Internet, nella Giornata europea per la sicurezza in Rete, lancia l’allarme: anche i minori vittime dei giochi d’azzardo on line.

Il Presidente del Comitato Marco Moruzzi denuncia: “la pubblicità dilagante incentiva il poker on line e altri giochi d’azzardo, a cadere vittime, perdendo soldi, anche i ragazzi minorenni. Non c’è nessuna tutela né prevenzione, è gravissimo che anche lo Stato, beneficiando dei tributi di concessione, legittimi la diffusione del gioco d’azzardo on line, un fenomeno che crea dipendenza e, grazie alle nuove modalità via web, agevola l’accesso dei minori a cui basta dichiarare di essere maggiorenni per aggirare un divieto di utilizzo poco efficace”.

Nel 2010 le giocate hanno toccato la cifra record di 61 miliardi, il 30% in più rispetto all’anno precedente. Un fenomeno in continua crescita e che non ha confini (si aggira intorno ai 1.200 euro la cifra che i giocatori maggiorenni spendono a testa ogni anno).

A tentare la fortuna, impegnando soldi per ricevere in premio una somma di denaro più alta, sono i soggetti più fragili e dunque a cadere vittime di questa net patologia sono spesso anche i minori. Non è difficile aggirare la norma del possesso della maggiore età per la registrazione al sito semplicemente dichiarando una data di nascita diversa. Bambini e adolescenti lasciati soli con il proprio pc senza controlli né il supporto educativo e di vigilanza degli adulti, possono trovarsi coinvolti in un circolo vizioso e di isolamento che li allontana dai rapporti sociali e familiari e li stimola a scommettere denaro.

Segnalazioni sono pervenute al Co.Re.Com. da scuole marchigiane dove è emerso che alcuni bambini di scuola media hanno perso diverse centinaia di euro giocando d’azzardo in internet. Da una prima rilevazione del Corecom in una classe campione delle scuole medie di Ancona emerge che il 50% degli alunni dice di saper giocare a poker ed oltre il 20% lo ha fatto via internet.

Servono interventi urgenti e su più fronti: di limitazione della pubblicità televisiva del poker on line nelle fasce orarie in cui i bambini sono davanti alla tv e di prevenzione e informazione sia degli educatori, insegnanti e genitori, che dei ragazzi stessi – dichiara il Presidente Moruzzi – la funzione socializzante che ha di norma il gioco, viene in questo modo a cadere. Ad esortare il gioco on line contribuiscono anche in maniera determinante le pressanti strategie pubblicitarie che impropriamente definiscono il poker “gioco di abilità e astuzia – skill game” e adottano come testimonial calciatori e sportivi famosi, beniamini dei ragazzi”.