Posts Tagged ‘Gianluca Gardini’
CORECOM EMILIA – ROMAGNA – iniziativa pubblica “Vicini a chi comunica. Relazione di fine mandato 2008-2013”

Bologna, 20 e 21 giugno 2013, Sala Polivalente “Guido Fanti”

Tre incontri pubblici a tema per fare il bilancio delle attività e dei risultati ottenuti nei cinque anni di mandato. Una riflessione sulle dinamiche di sviluppo del sistema dell’informazione e sul ruolo dei Corecom.

Di seguito il programma dettagliato dell’iniziativa:

giovedì, 20 giugno

Il Corecom per i cittadini e le imprese:

l’attività di risoluzione delle

controversie

14,00 Acc oglienza partecipanti

14,30 Apertura lavori

Palma Costi (Presidente Assemblea legislativa Emilia-Romagna)

Gianluca Gardini (Presidente Corecom Emilia-Romagna)

14,45 Presentazione del massimario Corecom di definizione

delle controversie

Stefano Dalla Verità (Direttore Fondazione Forense Bolognese)

Giuseppe Bettini (Vice Presidente Corecom Emilia-Romagna)

15,30 Tavola rotonda: La risoluzione delle controversie

nel settore delle telecomunicazioni: risultati, criticità,

prospettive

Modera:

Giuseppe Bettini (Vice Presidente Corecom Emilia-Romagna)

Interventi:

Chiara Giovannucci Orlandi (Dipartimento di Scienze Giuridiche

Università di Bologna): La conciliazione e le tecniche di risoluzione

alternativa delle controversie; Federico Flaviano (Autorità per le

Garanzie nelle Comunicazioni): Gli scenari tecnologici ed economici;

Anna Naldi (Federconsumatori Emilia-Romagna); Giorgio Casadei

(Adoc Emilia-Romagna), Buratti Simonetti Monesi (Unione Nazionale

Consumatori), Giovanni Diaco (Arco Consumatori Emilia-Romagna):

perchè la conciliazione davanti al Corecom funziona; Monica Placidi

(Telecom Spa), Simona Serchi (Fastweb Spa), Riccardo Logozzo

(Wind Telecomunicazioni Spa), Ettore Montella (Vodafone Omnitel N.V),

Raffaella Tondi (H3G): Il ruolo della conciliazione nelle politiche delle

aziende di TLC;

Paolo Lucchi (Sindaco del Comune di Cesena), Irina Imola (Assessore

del Comune di Rimini ai Servizi al Cittadino e ai Diritti dei Consumatori): Il

progetto per la conciliazione in videoconferenza

Conclude: Primarosa Fini (Dirigente Corecom Emilia-Romagna)

17,30 Chiusura lavori e Aperitivo

venerdì, 21 giugno

Il Corecom nel sistema regionale

dell’informazione

venerdì, 21 giugno

Il Corecom nel sistema regionale dell’informazione

9,15 Acc oglienza partecipanti e caffè di benvenuto

9,30 Apertura lavori

Sandro Mandini (Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa)

Filippo Lucci (Presidente Coordinamento nazionale dei Corecom)

Marco Cevenini (Ministero dello Sviluppo Economico)

9,45 Presentazione della ricerca “I nuovi modelli di informazione

tra etica, tecnologia e regole”

Primarosa Fini (Dirigente Corecom Emilia-Romagna)

Bruno Zambardino (IEM – Fondazione Rosselli)

10,30 Tavola rotonda: Come cambia il sistema delle comunicazioni

a livello locale: profili tecnici, giuridici,

economici, sociologici

Introduce e modera:

Gianluca Gardini (Presidente Corecom Emilia-Romagna)

Le reti e i servizi

Luca Balestrieri (Rai): il ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo e la

collaborazione Rai-Corecom per il miglioramento della ricezione di Rai 3

E-R; Gianluca Mazzini (Lepida SPA): la task force regionale per lo switch off

al digitale terrestre e la collaborazione Lepida-Corecom; Gianluca Tigretti

(Isp. to regionale per l’Emilia-Romagna del MISE): il ruolo del Ministero e

dell’Ispettorato nello switch off al digitale terrestre; Antonello Giovannelli

(Esperto settore telecomunicazioni): le ricerche del Corecom sulle

infrastrutture di rete in Emilia-Romagna); Vincenzo Lo Bianco (Autorità

per le Garanzie nelle Comunicazioni): il ruolo di AGCOM nell’attività di

pianificazione svolta durante lo switch off

Le imprese

Marco Rossignoli (Presidente Aeranti): i cambiamenti nel sistema della

comunicazione locale con particolare riferimento alla radiofonia e alla

televisione; Giampaolo Colletti (Fondatore osservatorio e network Altratv.

tv – Presidente FEMI): le web tv ed i nuovi media

I professionisti della comunicazione

Francesco Spada (Direttore E’TV Rete 7): il ruolo dei comunicatori ‘privati’

nel settore radiotelevisivo locale; Giorgio Tonelli (Ordine dei Giornalisti

dell’Emilia-Romagna): il ruolo dei comunicatori nel settore radiotelevisivo

locale; Luca Gianferrari (Caporedattore TGR Emilia-Romagna): Il ruolo dei

comunicatori nel settore radiotelevisivo locale

Conclude:

Alfredo Peri (Assessore alle Reti e Infrastrutture della Regione Emilia-

Romagna)

13,00 Chiusura lavori

Il Corecom per i cittadini:

educare ai media e con i media

14,30 Apertura lavori

Roberto Corradi (Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa Emilia-

Romagna), Maria Pia Caruso (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni)

14,45 Presentazione del protocollo di collaborazione

Corecom-Provincia di Treviso e proiezione del video #restiamoconnessi

Primarosa Fini (Dirigente Corecom Emilia-Romagna), Leonardo Muraro

(Presidente Provincia di Treviso), Mara Quarisa, Paola Stefanelli (Provincia

di Treviso – EDUMECOM)

15,15 Tavola rotonda: La tutela dei minori nel sistema dei

media: regole, esperienze, politiche

Modera: Fabrizio Binacchi (Direttore Rai Emilia-Romagna)

Le esperienze di educazione ai media

Alessandra Falconi (Presidente Centro Zaffiria)

Anna Del Mugnaio (Direttrice istituzione “G.F. Minguzzi” della Provincia

di Bologna)

Le ricerche

Roberto Farnè (Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita-Università

di Bologna)

Annalisa Guarini (Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna)

Le regole

Daniele Lugli (Difensore civico Emilia-Romagna)

Luigi Fadiga (Garante regionale per l’Infanzia)

Sergio Russo (Polizia Postale e delle Comunicazioni Emilia-Romagna)

Conclude:

Arianna Alberici (Componente Corecom Emilia-Romagna)

17,30 Chiusura lavori E aperitivo

Per informazioni: Servizio Corecom

Barbara Bolognesi: 051/5276377; Antonella Lucertini: 051/5276597; corecom@regione.emilia-romagna.it

Per iscrizioni: www.assemblea.emr.it/corecom

 
EMILIA ROMAGNA: media & minori – le abitudini dei baby-spettatori

A Reggio Emilia i risultati della ricerca di CORECOM e Reggio Children sui bambini in età prescolare.

“Bambini e media, tra TV, cartoons, computer e videogiochi” è il titolo dell’iniziativa che avrà luogo sabato 21 maggio, dalle 9.15 alle 12.30, presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia. L’evento vedrà la presentazione dei risultati di una ricerca, realizzata dal CORECOM Emilia-Romagna e da Reggio Children, che ha indagato i ruoli e i significati dei media nella vita dei bambini in età prescolare, attraverso un percorso della durata di due anni, che ha coinvolto minori, genitori e insegnanti.

La ricerca ha permesso di analizzare le abitudini nella fruizione mediatica nella prima infanzia, attraverso un questionario rivolto alle famiglie, i focus group con genitori, insegnanti e pedagogisti e il coinvolgimento diretto di bambini tra i 20 mesi e i 6 anni. Il progetto, oltre a promuovere un uso responsabile e consapevole dei media, si è posto l’obiettivo ambizioso di costruire uno strumento di ricerca e formazione che potesse essere diffuso sull’intero territorio dell’Emilia-Romagna.

Cosa guardano i bambini e con quali modalità? Cosa pensano di pubblicità e TG? I risultati tracciano il quadro di bambini che già dalla primissima infanzia sono ampiamente esposti ai media; la televisione si conferma in cima alle preferenze, ma molti bambini della scuola materna utilizzano anche computer e videogiochi. Permangono alcune cattive abitudini, come guardare la tv durante i pasti o prima di dormire, ma emergono con forza anche le preoccupazioni dei genitori, per i contenuti violenti di videogiochi e tv – tanto che molti preferiscono utilizzare dvd e filmati scaricati dalla rete – e per una tecnologia che entra a far parte precocemente della vita dei loro figli.

L’incontro, moderato dal Direttore di Rai Regionale, Fabrizio Binacchi, vedrà la presenza di Arianna Alberici (Componente CORECOM) e di Carla Rinaldi (Presidente di Reggio Children). A presentare la ricerca le pedagogiste Paola Strozzi (Istituzione Nidi e Scuole dell’Infanzia, Comune di Reggio Emilia), Mascia Marconi (Progettinfanzia Bassa Reggiana) ed Elena Bega (Coopselios). Agli interventi di Franco Mugerli (Comitato Media e Minori) e dell’Ufficio Scolastico Regionale, seguirà un dibattito aperto a tutti i partecipanti.

Scarica l’invito

Programma

9.15 – 9.30 Welcome tea

Coordina
Fabrizio Binacchi, Direttore Rai Emilia-Romagna

9.30 – 10.00 Saluti Istituzionali

Arianna Alberici, Componente CoRECom Emilia-Romagna

Carla Rinaldi, Presidente Reggio Children

10.00 – 10.45 Presentazione della ricerca

Paola Strozzi, Pedagogista Istituzione Nidi e Scuole dell’Infanzia, Comune di Reggio Emilia

Mascia Marconi, Pedagogista Progettinfanzia Bassa Reggiana

Elena Bega, Pedagogista Coopselios

10.45 – 11.05 Minori e TV, educare alla comunicazione

Franco Mugerli, Presidente Comitato media e minori

11.05 – 11.25 Le nuove tecnologie e i nuovi media a scuola

Franco Chiari, Professore Ufficio Scolastico Regionale

11.25 – 12.30 Dibattito e conclusioni

 
EMILIA ROMAGNA: Canale 123 per vedere Rai 3

Corecom e Regione da sei mesi promettono impegno per risolvere questione. Reggio , Modena, Ferrara, Bologna e Ravenna non hanno più il problema

Dopo sei mesi dal via al digitale Terrestre, da qualche giorno Reggio, Modena, Ferrara, Bologna e Ravenna possono vedere il tg3 dell’Emilia-romagna e non più quello del Veneto, basta risintonizzare il decoder sulla procedura automatica o cercare il canale 123.

C’è un però: tranne alcune limitate zone dell’appennino parmense, le province parma e piacenza non sono coperte dal servizio. Il corecom e la regione, dunque, non hanno ancora concluso il lavoro iniziato diversi mesi fa per permettere agli emiliano-romagnoli di vedere i tg e i programmi di rai tre che riguardano i loro territori. Lo annuncia oggi in una nota il presidente del corecom (comitato regionale per le comunicazioni) dell’emilia-romagna, gianluca gardini.

A seguito dei numerosi incontri regione-rai, è stata individuata da raiway una soluzione tecnica in grado di aumentare sensibilmente la copertura del segnale rai 3 emilia-romagna“, spiega. Da qualche giorno, quindi, da alcuni ripetitori in veneto viene trasmesso il segnale di rai 3 emilia-romagna sul canale 123. Con questo intervento tutti i cittadini che prima vedevano il telegiornale regionale del veneto vedranno, seppur non sempre nel terzo canale, il telegiornale della loro regione.

Lo scorso 20 aprile, inoltre, i tecnici di raiway hanno cambiato il parametro identificativo del mux 1, in modo da ridurre i conflitti nei decoder che, in presenza di due segnali ‘rai3’, eliminavano quello dell’emilia-romagna. “L’ultimo sforzo necessario per risolvere definitivamente l’annosa questione di rai 3 regionale – conclude Gardini – è quello di eliminare le interferenze tra rai e alcune emittenti locali private lombarde nelle province di parma e piacenza. Anche in questo caso il corecom si farà nuovamente portavoce, assieme alla regione, di questa istanza presso le istituzioni nazionali competenti“.