Posts Tagged ‘ercole trerotola’
BASILICATA: Telefonia, il Corecom avvia una ricognizione

Il presidente Trerotola ha incontrato il sindaco di Oliveto Lucano Anna Trevigno che ha manifestato i disagi presenti sul suo territorio

ACR | Una ricognizione sullo stato delle comunicazioni telefoniche in Basilicata e sull’uso di internet è stata avviata su iniziativa del Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) al fine di verificarne l’efficienza e la funzionalità. Lo si è appreso al termine di un incontro che il presidente dell’organismo, Ercole Trerotola, ha avuto ieri con il sindaco di Oliveto Lucano Anna Trevigno che ha manifestato i disagi presenti sul suo territorio per quanto riguarda il settore della telefonia e del collegamento in rete. All’incontro ha partecipato anche il consigliere regionale Giuseppe D’Alessandro che si è dichiarato disponibile dare il proprio contributo per trovare una soluzione alla questione. Il presidente del Corecom ha assunto l’impegno di approfondire la problematica nei prossimi giorni e a farsi promotore di ogni utile iniziativa per ridurre i disagi dei cittadini del Comune di Oliveto Lucano.

In base alle sollecitazioni che giungono all’organismo di mediazione tra utenti e operatori del settore – afferma Trerotola – emerge che in alcune aree della regione si incontrano numerose difficoltà a livello di comunicazione telefonica e di connessione in rete. Tale situazione risulta essere un ulteriore elemento di isolamento della regione, con conseguenze non indifferenti sull’intero sviluppo socioeconomico della Basilicata, data l’importanza strategica del settore delle comunicazioni. Il Corecom di Basilicata, quale organismo garante del corretto funzionamento di tutto il sistema delle telecomunicazioni, ha il compito di porre rimedio a tutte le criticità presenti sul territorio, al fine di assicurare al cittadino una corretta veicolazione delle informazioni, a garanzia dei principi di pluralismo e democrazia sia nelle realtà locali più grandi che in quelle periferiche”.

 
BASILICATA – Conciliazioni, tocca al Corecom Basilicata

Nuove deleghe in materia di conciliazione fra cittadini ed operatori delle telecomunicazioni, di gestione del ROC (Registro degli Operatori delle Comunicazioni) e vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle disposizioni in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale, mediante monitoraggio delle trasmissioni, saranno trasferite a breve dall’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni (Agcom) al Corecom della Basilicata. I nuovi compiti saranno illustrati in una conferenza stampa che avrà luogo venerdì alle ore 15,30, nella sala B al piano terra del palazzo del   Consiglio regionale (via Verrastro 6, Potenza). All’incontro con i giornalisti partecipano il presidnete dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Corrado Calabrò e il presidente del Corecom Basilicata, Ercole Trerotola.

 
BASILICATA – Maggior dialogo sul passaggio al digitale

Il mio desiderio ed il mio auspicio sono che l’Agcom si faccia garante della prosecuzione del piano avviato dal Ministero dello Sviluppo Economico, ovvero il bonus per l’acquisto dei decoder anche per tutto 2011. Non appare giusto che Regioni come Basilicata, Puglia e Calabria siano fuori da tale misura, non credo ci siano differenze fra cittadini del Nord e del Sud”.

Lo ha dichiarato il presidente del Corecom Basilicata, Ercole Trerotola, durante la riunione del Coordinamento Nazionale dei Comitati per le Comunicazioni delle Regioni che si è tenuta a Roma lunedì scorso. Rivolgendosi in particolare ai tecnici dell’Agcom che curano le procedure per lo swicth off del segnale analogico il presidente del Corecom ha chiesto chiarimenti sul livello del segnale sul territorio regionale e se è possibile attivare al più presto un tavolo tecnico che veda come protagonisti istituzioni, operatori nazionali e territoriali ed associazioni di categoria.

Da parte nostra – ha continuato Trerotola – abbiamo l’intenzione di promuovere una serie di riunioni territoriali per spiegare ai cittadini questo importante passaggio, e non lasciarli soli. Lo scopo è quello di monitorare la situazione e favorire il confronto e dialogo per non trovarsi spiazzati sul passaggio al digitale terrestre della nostra regione”.