Posts Tagged ‘Corecom Toscana’
CORECOM TOSCANA: 40 spot per la Toscana: concorso di comunicazione sociale

logo_corecom_toscana

 

Un bando per premiare la comunicazione sociale e farla circolare sulle tv e la radio locali della Toscana. Si chiama “40 spot per la Toscana” ed è il nuovo progetto del Corecom, il Comitato Regionale per le Comunicazioni, che intende coinvolgere le tante associazioni presenti sul nostro territorio. Ogni anno, il bando si rivolgerà ad uno specifico settore di attività, e per il 2013 è stato scelto l’ambito sociale, assistenziale e sanitario.

Le associazioni hanno tempo fino al prossimo 13 dicembre per presentare la domanda di partecipazione, allegando il proprio spot televisivo e/o radiofonico, che sarà valutato da una commissione secondo i criteri di efficacia comunicativa, originalità del soggetto e qualità tecnica e registica. Un punteggio ulteriore sarà assegnato agli spot realizzati da giovani videomaker o da imprese costituite da giovani.

I 20 migliori spot radiofonici e i 20 migliori spot televisivi riceveranno un premio, rispettivamente di € 700 e € 1.300 lordi, la metà dei quali dovranno essere utilizzati per acquistare spazi su una delle emittenti convenzionate per il progetto, scelta al momento della presentazione della domanda.

Gli spot, che dovranno essere finalizzati alla promozione delle attività e degli scopi delle associazioni partecipanti, non potranno contenere riferimenti di carattere commerciale e musiche o brani coperti dal diritto d’autore. La durata massima dei messaggi televisivi è di 1 minuto, mentre quelli radiofonici potranno avere una lunghezza non superiore ai 30 secondi.

Sul sito del Corecom (www.corecom.toscana.it) sono disponibili, oltre al bando e al modello della domanda di partecipazione, anche gli elenchi delle televisioni e delle radio che si sono rese disponibili a trasmettere gli spot a tariffe convenzionate.

 
CORECOM TOSCANA: “La famiglia nell’era digitale” – seminario di lavoro

famiglia era digit
Firenze – 30 settembre 2013 – Si svolgerà presso l’Istituto degli Innocenti, Salone Brunelleschi un interessante seminario di lavoro organizzato dal Corecom Toscana dal titolo: “la famiglia nell’era digitale”

Di seguito si riporta il programma degli interventi:

ore 9.30 – 12.30

9.30 Saluti istituzionali

Alessandra Maggi, Presidente dell’Istituto degli Innocenti
Sandro Vannini, Presidente Corecom Toscana
Maria Pia Caruso, Dirigente Ufficio Corecom dell’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni

10.00 Interventi programmati

Renato Burigana, Consigliere Corecom Toscana
Francesca Conti, Progetto Trool – Istituto degli Innocenti
Gloria Vitaioli – Giulia Giovannoni, Ricercatrici IDI monitoraggio “Famiglie nell’era digitale”
Silvana Sdoga, Assessore all’innovazione tecnologica – Comune di Massa
Mauro Fiori, Assessore alla cultura e all’istruzione – Comune di Massa
Letizia Vai, Pedagogista, responsabile CIAF Edda Fagni Livorno
Simona Zoppi, Insegnante Scuola Primaria Manzi, Prato
Barbara Rosini, Dirigente scolastico IC 4 Grosseto

11.30 Dibattito con le classi

Classe IV C Scuola Primaria Manzi, Prato
Classe IV A Scuola Fra Ristoro, Campi Bisenzio

Parteciperanno al dibattito

Le insegnanti: Luisella Bacci, Alessandra Cirri, Patrizia Fiaschi, Rita Galgani, Luisella Iacopini,
Rita Lapisti
I dirigenti scolastici: Marilena Conti, Claudia Del Pace, Luisa Lo Manto, Ornella Mercuri
Lo staff di Trool: Stefania Ceni, Valeria Feola, Roberta Fialdini, Carlotta Fuhs, Sonia Fulignati,
Francesca Nicolò, Adele Pontegobbi, Lotar Sanchez, Alessandra Zagli ed Emanuele Dattoli

 
CORECOM TOSCANA – Web e minori – a Grosseto la prima tappa del progetto

Il presidente Vannini su Internet@minori@adulti: “Abbiamo fornito strumenti di conoscenza, in autunno a Siena e poi a Livorno e Pisa”
Grosseto –“Questa prima fase del progetto ci ha permesso di raccogliere informazioni utili sia per quel che riguarda il rapporto fra internet e minori, sia sull’utilizzo del web in senso lato, sia infine in merito al prosieguo del progetto stesso”. E ancora: “Abbiamo cercato di fornire strumenti di conoscenza alle famiglie, tentando di evidenziare, senza allarmismi, i rischi ed i pericoli della navigazione in rete”.
Il presidente del Corecom Toscana, Sandro Vannini, ha commentato quanto emerso nel corso del primo step della fase sperimentale del progetto Internet@minori@adulti, organizzato dal Corecom in collaborazione con l’Università di Siena, svoltosi alla scuola Vico di Grosseto. Alla conferenza stampa, che si è svolta nell’aula magna della scuola media, hanno partecipato anche la docente di Storia del giornalismo, Donatella Cherubini, e la vicepreside dell’istituto, Elisabetta Scollo.
“Scopo del progetto è coinvolgere non solo i ragazzi e le ragazze ma anche i genitori ed i nonni perché solo la consapevolezza ci dà la piena libertà”, ha detto la Cherubini. E la Scollo, invece, ha evidenziato come la scuola, intervenuta nel progetto “in maniera casuale”, lo ritenga adesso “un’esperienza utile e da riproporre”.
Al termine dell’incontro con i giornalisti, con la partecipazione dell’esperto informatico Fabio Ghioni, si è svolta l’ultima “lezione” grossetana. Vannini, la Cherubini e Ghioni hanno incontrato le famiglie e gli insegnanti degli studenti che hanno partecipato a questo percorso di sensibilizzazione sui rischi e le opportunità del web che ha visti coinvolti, nei giorni scorsi, anche il sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, Alfredo Montagna, e rappresentanti della Polizia postale.
Ghioni, a genitori e nonni, ha parlato della sua esperienza e della “sicurezza in rete”, che talvolta può essere garantita attraverso “piccoli accorgimenti” e un uso “più consapevole dei mezzi e della rete”. Secondo Ghioni gli adulti devono avere “la percezione degli eventuali pericoli cui possono essere sottoposti i ragazzini e le ragazzine” e in ogni caso “non vanno ignorate le peculiarità che caratterizzano l’infanzia”.
Anche oggi, come nel corso degli altri incontri, è stato distribuito il vademecum Internet@minori@adulti contenente indicazioni utili per le famiglie nell’esperienza della navigazione in rete dei minorenni, con particolare attenzione alle precauzioni da mettere in atto per evitare che i più piccoli cadano nelle molteplici insidie del web.
Il progetto, che adesso sarà perfezionato, proseguirà dopo l’estate in una scuola media di Siena e in autunno sarà messo in atto a Livorno e Pisa, per poi concludersi a Firenze. Da oggi il vademecum è disponibile in formato pdf sul sito del Corecom all’indirizzo www.corecom.toscana.it