DIRITTO DI RETTIFICA

(Attività delegata dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ai Corecom delle Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, MolisePiemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Val d’Aosta, Veneto e delle provincie autonome di Trento e Bolzano.)

Il diritto di rettifica consiste nella facoltà da parte dei soggetti di cui siano state diffuse immagini o ai quali siano stati attribuiti atti, pensieri, affermazioni, dichiarazioni, contrari a verità di richiedere al concessionario privato o alla concessionaria pubblica la diffusione di proprie dichiarazioni di replica, in condizioni paritarie rispetto alle notizie pubblicate.

Le competenze del Corecom in materia di rettifica riguardano esclusivamente il settore radiotelevisivo regionale. Non possono essere presentate al Corecom istanze di rettifica riguardanti il settore della carta stampata.

Come specificato al comma 2, dell’art. 10, della legge 6 Agosto 1990 il soggetto che ritenga lesi i propri interessi morali o materiali dovrà preliminarmente inoltrare la propria richiesta al concessionario radiotelevisivo (pubblico o privato). Soltanto qualora tale rettifica non venga accolta, l’interessato potrà inoltrare la relativa istanza al Corecom competente.

Per maggiori informazioni su come effettuare una segnalazione si rimanda al Corecom territorialmente competente.