La pluralità dei media in Alto-Adige

Il convegno offre un confronto sulle buone pratiche nel campo dell’emittenza radiofonica e televisiva tra L’Alto Adige/Südtirol ed altre Regioni italiane. Si tratta soprattutto di quelle regioni che hanno caratteristiche territoriali e demografiche simili alla Provincia di Bolzano, dove i media si rivolgono alla popolazione in più di una lingua.

I relatori si confronteranno sulle possibili strategie per raggiungere una copertura completa del segnale TV, ma verranno anche approfondite tematiche quali l’eliminazione di frequenze interferenti fra Stati confinanti, l’implementazione del sistema digitale radiofonico DAB+, le ipotesi di uno switch-off FM ed il sussidio dei media attraverso leggi regionali. In alcune di queste materie l’Alto Adige ha esperienze di oltre mezzo secolo.

Inoltre il convegno rivolge lo sguardo all’estero. Ci darà l’opportunità di conoscere un sistema particolare che addotta la Svizzera per garantire l’obiettività ed imparzialità dei prodotti giornalistici in TV. Questo sistema sarà confrontato con gli Organi di garanzia del sistema mediatico italiano.

Infine sarà presentato l’esempio di un’editoria locale che opera con successo nel mercato della stampa, dell’informazione online e della radiofonia.pagina 1 pagina 2