Archive for dicembre, 2015
Corecom Sardegna: aperto sportello pubblico per definire le controversie con gli operatori delle telecomunicazioni

E’ operativo dal 22 dicembre, negli uffici Punto Città del Comune di Sassari, lo sportello del Corecom Sardegna attraverso il quale i cittadini, grazie a un servizio completamente gratuito, potranno definire le loro controversie con i gestori della telefonia mobile e della pay tv.
Grazie all’accordo, che avrà durata triennale, è stato individuato nella sede di Punto Città, in corso Angioy, lo sportello dedicato allo svolgimento della attività e procedure inerenti il tentativo di conciliazione.
Il servizio, aperto al pubblico il lunedì (8.30-10), martedì (16.30-17.30) e venerdì (8.30-11.30) offre la consulenza di personale specializzato in tutti i passaggi della pratica, a partire dalla compilazione dei moduli. È possibile prendere contatto con il Corecom Sardegna anche attraverso il sito www.consregsardegna.it dove, cliccando su Corecom, si potrà accedere sia ai numeri di telefono degli operatori che al numero verde e a uno spazio dedicato alla posta elettronica.
Su iniziativa del Corecom, che metterà a disposizione le strumentazioni necessarie, sarà possibile svolgere l’udienza di conciliazione anche attraverso videoconferenza.
“L’apertura a Sassari dello sportello decentrato per le conciliazioni – sottolinea il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau – è il primo intervento di territorializzazione che abbiamo previsto,  un servizio a tutela dei cittadini che il Consiglio regionale ha sostenuto e incoraggiato sin dall’inizio. L’obiettivo rimane quello di avvicinare il  più possibile le istituzioni ai cittadini, evitando lunghe trasferte da un capo all’altro dell’isola. L’auspicio – sottolinea ancora Ganau – è di riuscire ad aprire nuove sedi decentrate anche in altri centri dell’isola”.
Il decentramento dei servizi Corecom è frutto di una iniziativa avviata dal Consiglio regionale cui hanno collaborato, oltre allo stesso Corecom Sardegna, il Comune di Sassari, l’Authority nazionale per le comunicazioni (Agcom), e l’Università di Sassari; un esempio concreto di come la pubblica amministrazione sia in grado di lavorare “facendo squadra” per migliorare la qualità dei servizi al cittadino.
Quella delle conciliazioni decentrate, ha sottolineato il presidente del Corecom Sardegna Mario Cabasino, «era una nostra priorità fin dall’inizio del mandato e si tratta di un lavoro che cercheremo di sviluppare ancora; il mondo della comunicazione è certamente molto aperto alla concorrenza ma, anche per questo, c’è bisogno di sapersi orientare bene in una offerta molto diversificata».

Sito Corecom Sardegna: www.consregsardegna.it

 
15 anni del CoReCom Basilicata: Lo stato dell’Informazione e della Comunicazione alla luce dell’art.1 L. 249/97 e delle funzioni delegate

(ACR )
Il Corecom Basilicata, lunedì 14 dicembre 2015, alle ore 18.00, presso la Sala Inguscio della Regione Basilicata, a Potenza, organizza l’evento: “15 anni del CoReCom Basilicata – Lo stato dell’Informazione e della Comunicazione alla luce dell’art.1 L. 249/97 e delle funzioni delegate”.

“L’iniziativa 15 anni di CoReCom – patrocinata dall’AGCOM e accreditata da parte del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Potenza e da parte del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Basilicata – spiega la Presidente del Corecom – avrà lo scopo di presentare quella che è l’attività del Corecom Basilicata alla luce delle esperienze dei precedenti comitati e delle collaborazioni virtuose intraprese e da intraprendere tra cui quelle con gli organismi di partecipazione regionali al fine di evidenziare il modo in cui il comitato si apre alle dinamiche sociali locali, cercando di fare sinergia”.

I presidenti dei precedenti comitati, Luigi Scaglione, Mario Della Luna, Loredana Albano, Ercole Trerotola, saranno invitati a rappresentare l’attività da loro svolta e l’attuale presidente, Giuditta Lamorte, “evidenzierà ed enfatizzerà le linee di continuità che si sono venute a creare con le passate iniziative”. La presidente Lamorte inviterà, altresì, gli attuali componenti a presentare le iniziative da loro proposte, inserendone la trattazione nel più ampio quadro della programmazione 2016 e del consuntivo 2015. Il coordinatore del coordinamento nazionale dei Corecom d’Italia, Sandro Vannini, starà a dimostrare la presenza fattiva del comitato in ambito nazionale, come pure verrà messo in risalto il coinvolgimento della struttura nell’ambito del tavolo tecnico dei dirigenti, da parte del coordinatore della Conferenza dei Dirigenti, Francesco Ciavattone, e della dirigente del Corecom Basilicata, Vesna Alagia.

“Inoltre – sottolinea la Presidente del Corecom – le circa 2500 conciliazioni l’anno e le circa 200 definizioni sempre nell’arco dell’anno comportano la necessità di valutare direttamente con l’Agcom ed in particolare con l’avv. Cotugno, dirigente dell’Ufficio controversie e sanzioni e tutela del consumatore presso l’Autorità, il modo in cui la Basilicata espleta questa delega. La partecipazione della della dr.ssa Maria Pia Caruso, dirigente Ufficio Rapporti con i Corecom, dell’Agcom, rappresenterà il momento di esame e valutazione della capacità del Comitato regionale di dare piena attuazione alle deleghe conferite dall’Agcom”.

“La presenza del presidente del Consiglio regionale, Piero Lacorazza, dà atto – conclude Giuditta Lamorte – della piena integrazione ed importanza del Comitato quale organismo del Consiglio regionale alla luce della legge istitutiva n. 20 del 2000”.

IMG_0463

 
Corecom Sardegna: “Facebook, genitori alla riscossa”

di Maria Grazia Marilotti
(ANSA) – CAGLIARI, 10 DIC – Facebook, tra potenzialità e
pericoli per gli adolescenti. Espertissimi sul touchscreen, ma
inconsapevoli delle insidie nascoste nella rete. Per navigare in
sicurezza e far tirare un sospiro di sollievo ai genitori oggi
c’è uno strumento in più: “Facebook: genitori alla riscossa”, il
volume di Giammaria De Paulis che il Corecom Sardegna ha
adottato per dare il via all’omonimo progetto educativo rivolto
agli studenti delle scuole medie sarde.
Il libro infatti sarà distribuito negli istituti e
rappresenta uno strumento guida, un vademecum per non smarrire i
propri figli online. L’iniziativa è promossa dal Comitato
regionale per le Comunicazioni (Corecom) in collaborazione con
l’Ufficio scolastico regionale e la Polizia postale. “Facebook:
genitori alla riscossa” é una sorta di prontuario che mette in
guardia dalle mille trappole e dai rischi derivanti da un uso
poco consapevole dei social network più frequentati dagli under
15. Dai pericoli legati a cyberbullismo, alle chat con
sconosciuti, ma anche la violazione del diritto d’autore, o le
violazioni della privacy, con la messa in rete di immagini o
notizie appartenenti alla sfera privata del giovane.
“Materiale che una volta finito nelle grandi piazze virtuali
rischia di compromettere in modo drammatico l’immagine e la
reputazione di un giovane”, ha spiegato De Paulis. Il progetto è
stato presentato oggi al Liceo Siotto di Cagliari. “Un invito
alla presa di coscienza del pericolo in cui si può incorrere con
questo mezzo tecnologico tanto bello quanto ricco di insidie –
ha sottolineato Mario Cabasino, presidente del Corecom – sono
tanti i genitori sempre più in apprensione per l’uso frequente
dei social da parte dei figli”.
Dopo il Siotto il progetto sarà presentato domani, venerdì 11
dicembre, nell’aula magna del Liceo D’Arborea e sabato 12 al
Convitto nazionale Vittorio Emanuele II. “Non demonizzare, ma
regolare – ha spiegato ancora De Paulis – sapersi muovere in
questa realtà virtuale, ma soprattutto conoscere le sue
potenzialità nascoste. Per far questo i genitori devono anche
imparare a utilizzare lo stesso linguaggio dei figli, termini e
espressioni che ormai sono entrati a far parte del quotidiano”.
(ANSA).