Archive for giugno, 2013
CORECOM MARCHE – Firmata convenzione deleghe seconda fase

logo_Marche

Roma, 26 giugno 2013 –  Siglata la convenzione Agcom – Co.re.com Marche per l’ esercizio delle funzioni delegate

Siglata stamane a Roma la convenzione per l’esercizio delle funzioni delegate tra
l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e il Comitato regionale per le
comunicazioni (Co.re.com.) Marche.
A sottoscrivere il documento, il Commissario delegato dell’Autorità, Antonio
Martusciello, il Presidente della Giunta Regionale, Gian Mario Spacca, il Presidente
del Consiglio Regionale delle Marche, Vittoriano Solazzi, e il Presidente del
Co.re.com., Pietro Colonnella.
I Comitati regionali per le comunicazioni (Co.re.com.) sono stati qualificati dalla
legge 249/97, istitutiva dell’Agcom, “organi funzionali dell’Autorità”. Essi
vengono istituiti con legge regionale e hanno come missione quella di “assicurare
sul territorio le necessarie funzioni di governo, di garanzia e di controllo in tema
di comunicazioni”, in difesa degli interessi dei cittadini.
Sempre più utenti ricorrono al tentativo obbligatorio di conciliazione offerto
gratuitamente dai Co.re.com., che nel 2012 hanno ricevuto 68.273 istanze di
conciliazione, e 8.675 istanze di provvedimenti temporanei, per un valore
economico pari a oltre 20 milioni di euro restituiti ai cittadini.
Con la firma della nuova convenzione, oltre al tentativo obbligatorio di
conciliazione, alla tutela dei minori, al controllo sulla pubblicazione dei sondaggi,
all’apertura dei procedimenti di rettifica su istanza di parte, il Co.re.com. Marche
eserciterà le nuove funzioni di :
– definizione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazione
elettronica;
anche a seguito delle modiche del regolamento sulle controversie tra operatori ed
utenti, i cittadini delle Marche potranno rivolgersi al Co.re.com non solo per la
prima fase di conciliazione obbligatoria, ma anche, in caso di esito negativo, per
la decisione della controversia, senza dover quindi ricorrere all’Agcom.

– vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle
disposizioni in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale,
mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell’emittenza locale;
il Co.re.com verificherà il rispetto della normativa in materia di audiovisivo da
parte delle emittenti locali e potrà svolgere funzioni di vigilanza e controllo sino
ad oggi di pertinenza dell’Autorità.
– tenuta del Registro degli operatori di comunicazione (ROC);
il Co.re.com gestirà il Registro degli operatori di comunicazione aventi sede nel
territorio regionale, garantendo alle imprese la massima trasparenza e
agevolando il rapporto con l’amministrazione.
“L’ampliamento qualitativo e quantitativo dei poteri dei Comitati regionali delle
comunicazioni – ha sottolineato il commissario dell’Autorità Antonio
Martusciello – va nella direzione di un decentramento territoriale delle funzioni
dell’Agcom che, grazie ai Co.re.com., riesce ad essere presente in modo capillare
nella sua fondamentale attività di tutela dei cittadini-utenti”.
“Si tratta – ha dichiarato il presidente della Giunta regionale, Gian Mario
Spacca – di un importante obiettivo per questo organo indipendente della
Regione Marche, dopo gli ottimi risultati conseguiti nella gestione ordinaria delle
attività delegate di prima fase a partire da gennaio 2007, in un settore strategico
ma altrettanto delicato come quello delle telecomunicazioni. Tra gli altri, il
tentativo di conciliazione nelle controversie in materia di telefonia e
telecomunicazioni; un’attività completamente gratuita, al servizio dei cittadini che
dimostrano di apprezzarne i risultati”.
Dal 1° gennaio al 19 giugno 2013 sono stati portati a compimento 818
procedimenti conciliativi che hanno portato un beneficio economico nei confronti
delle famiglie e delle aziende marchigiane di € 362.144,90.
“E’ anche da cifre come queste – continua Spacca – che emerge l’azione di questa
amministrazione regionale a fornire sostegno concreto ai cittadini marchigiani
tanto più necessario in questi difficili momenti di crisi economica”.
Per il presidente del Consiglio regionaleSolazzile nuove deleghe
rappresentano un passo fondamentale verso un modello di amministrazione al
servizio del cittadino e un ulteriore e riuscito esempio nella direzione del
decentramento delle funzioni dell’Agcom. “Si tratta – ha detto Solazzi – di un
traguardo straordinario per le Marche, che testimonia l’impegno della Regione in
difesa dei diritti e degli interessi dei cittadini-utenti”.
Il presidente del Corecom Colonnella ha ribadito anche per il 2013 l’obiettivo
di mantenere e migliorare i livelli raggiunti rispetto alla tempistica delle istruttorie
e all’efficacia dei procedimenti. “Con la nuova delega – ha affermato Colonnella –
il procedimento di definizione può essere attivato da una delle due parti che
hanno tentato una soluzione conciliativa ma che ha avuto esito negativo. Questa
procedura è alternativa al ricorso giurisdizionale e si conclude con una decisione
che ha valore vincolante tra le parti al pari di una sentenza. Si evitano così al
cittadino lunghi e complessi iter giudiziari, garantendo una più facile e veloce
soluzione della controversia”.
In tema di vigilanza, invece, l’avvento del digitale terrestre – ha proseguito
Colonnella – con la conseguente moltiplicazione dei canali di trasmissione e dei
programmi anche a livello locale, ha determinato la necessità di implementare
nuovi strumenti e tecnologie affinchè l’attività di monitoraggio sia svolta in
maniera puntuale ed efficiente. Il monitoraggio riguarderà il rispetto degli
obblighi di programmazione; la pubblicità, il pluralismo politico istituzionale e
socioculturale; la garanzia dell’utenza; la tutela dei minori.

 
CORECOM SARDEGNA – firmata convenzione deleghe prima fase

logo_Sardegna

Cagliari, 22 Giugno 2013 – siglata la convenzione Agcom – Co.re.com Sardegna per l’ esercizio delle funzioni delegate

Siglata stamane a Cagliari, presso la sede del Consiglio regionale della Sardegna,
la convenzione triennale per l’esercizio delle funzioni delegate tra l’Autorità per
le garanzie nelle comunicazioni e il Comitato Regionale delle Comunicazioni
della Sardegna.
A sottoscrivere il documento, il Commissario delegato dell’Autorità per le
garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Preto, il Presidente della Regione
Sardegna, Ugo Cappellacci, il Presidente del Consiglio Regionale, Claudia
Lombardo e il Presidente del Co.re.com Sardegna, Giorgio Atzori.
I Comitati regionali per le comunicazioni (Co.re.com.) sono stati qualificati dalla
legge 249/97, istitutiva dell’Agcom, “organi funzionali dell’Autorità”. Essi
vengono istituiti con legge regionale e hanno come missione quella di
“assicurare sul territorio le necessarie funzioni di governo, di garanzia e di
controllo in tema di comunicazioni”, in difesa degli interessi dei cittadini.
La convenzione, che si affianca alle altre già sottoscritte per tutto il territorio
nazionale, prevede l’esercizio di quattro deleghe.
Innanzitutto, a partire dal primo luglio, la possibilità per gli oltre 1,6 milioni di
cittadini residenti in Sardegna di accedere, gratuitamente e in tempi rapidi, al
servizio di conciliazione nelle controversie tra ente gestore del servizio di
comunicazioni elettroniche e utenti. In questo modo l’utente potrà richiedere
direttamente al Co.re.com. Sardegna l’istruzione e applicazione delle procedure
in materia di esercizio del diritto di rettifica, con riferimento al settore
radiotelevisivo locale. Sarà inoltre garantita un’attenta e scrupolosa vigilanza in
materia di tutela dei minori nel settore radiotelevisivo locale e in materia di
pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa in
ambito locale.
Successivamente, sulla base di una verifica delle risorse finanziarie disponibili e
della funzionalità della struttura del Co.Re.Com, potranno essere attivate le
ulteriori deleghe riguardanti: la tenuta del Registro degli operatori di
comunicazione; la vigilanza attraverso il monitoraggio sulle trasmissioni
radiotelevisive locali e – in caso di mancato accordo tra le parti – la definizione
delle controversie tra operatori e utenti.
“Si tratta di un passo fondamentale verso l’affermazione del sistema decentrato
delle comunicazioni in tutto il territorio nazionale in considerazione del ruolo
dei Co.re.com. nel delicato passaggio del sistema radiotelevisivo al digitale
terrestre – sottolinea il commissario dell’Autorità Antonio Preto – nonché nella
prospettiva di estendere l’ambito di competenza degli organi regionali al
monitoraggio delle iniziative in materia di reti di nuova generazione”. Inoltre “la
convenzione siglata oggi – conclude Preto – assicura un più forte presidio
dell’Agcom a livello locale nella sua fondamentale attività di tutela dell’utenza”.

 
CORECOM SICILIA – Convegno “NAVIGANTI ALLERTA” l’educazione ai minori nell’utilizzo del web

“I bambini si incontrano con grida e danze sulla spiaggia di mondi sconfinati. Costruiscono castelli di
sabbia e giocano con conchiglie vuote. Con foglie secche intessono barchette e sorridendo le fanno
galleggiare sulla superficie ampia del mare. I bambini giocano sulla spiaggia dei mondi. Non sanno
nuotare né sanno gettare le reti.” (Rabindranath Tagore)

Il Corecom Sicilia (Comitato regionale per le comunicazioni), nell’esercizio della sua funzione delegata
di “Sorveglianza e Tutela dei Minori”, in collaborazione con l’Ambito Territoriale per la Provincia di
Palermo – U.S.R. Sicilia, si è reso patrocinatore della pubblicazione del libro “Naviganti Allerta”, messo
gratuitamente a disposizione delle scuole elementari della Regione siciliana. L’utilizzo del mezzo
informatico da parte dei più piccoli non può e non deve essere impedito. È invece necessario
procedere, fin dalla prima infanzia, verso un’educazione all’uso del computer e del web che possa
prevenire fenomeni di dipendenza da internet o di ritiro sociale all’interno della rete.

PROGRAMMA

Ore 15.00 Sala Gialla – Apertura dei lavori

Indirizzo di saluto:
Giovanni Ardizzone Presidente Assemblea Regionale Siciliana
Rosario Crocetta Presidente Regione Siciliana
Introduzione ai lavori:
Ciro Di Vuolo Presidente Corecom Sicilia
Antonio Martusciello Commissario Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Filippo Lucci Presidente Coordinamento Nazionale Corecom
Barbara Evola Assessore comunale Scuola ed Edilizia scolastica
Presentazione Progetto:
Alessandra Palma Responsabile scientifico del progetto
Modera:
Marina Turco Giornalista di Telegiornale di Sicilia
Relatori:
Rosario Leone Dirigente Ufficio XV – Ufficio Scolastico Regionale Sicilia
Umberto Palma Presidente Comitato regionale UNICEF – Sicilia
Francesco Micela Vice Presidente AIMMF (Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e la Famiglia)
Caterina Mirto Responsabile AIAF – sez. Palermo (Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori)
Maurizio Gentile Psicologo, Coordinatore Osservatorio sul Bullismo – Ufficio Scolastico Regionale Sicilia
Franco Andaloro Coautore del libro “Naviganti allerta”
Corecom Comitato Regionale per le Comunicazioni
e-mail: corecom@regione.sicilia.it