Archive for ottobre, 2010
BASILICATA – Nominato Presidente Corecom Basilicata

La Regione della Basilicata, nella seduta del 25 ottobre 2010, ha nominato alla guida del Corecom Basilicata l’avvocato Ercole Trerotola, che succede alla dott.ssa Loredana Albano.
L’ avvocato Trerotola, appartenente al foro di Potenza, è stato indicato personalmente dal Presidente Folino, il quale ha dichiarato: “Ho cercato di contemperare i requisiti di competenza ed esperienza richiesti con le indicazioni giunte dai gruppi consiliari. In tal senso ho preferito un avvocato per le sue competenze in materia di conciliazione, ma anche per il rispetto che si deve ad una cultura politica differente e lontana dalla mia”.
Faranno parte del comitato del Corecom Basilicata oltre al Presidente Trerotola, altri quattro componenti: Massimo Carcuro, Saverio Ciccimarra, Maico Fortunato e Anna fulgione.
Il Coordinatore Nazionale dei Corecom, Francesco Soro,  anche a nome di tutti gli amici Presidenti, si unisce ai messaggi di congratulazioni rivolti al nuovo Presidente e ai componenti del comitato per la recente nomina e augura loro buon lavoro.

 
CAMPANIA – Contributi alle emittenti tv, risorse per 43 aziende

Il Corecom Campania pubblica la graduatoria definitiva dei punteggi per l’assegnazione dei contributi alle imprese editoriali che gestiscono emittenti televisive. Il procedimento è stato chiuso dopo l’accoglimento del ricorso presentato da Tv Oggi Salerno: il 7 luglio scorso l’azienda invia una lettera al Corecom per contestare la graduatoria originaria. Il punteggio ottenuto (613,48) secondo Tv Oggi vale il posizionamento al dodicesimo posto e non al sedicesimo. Gli uffici del Corecom, che ha sede a Napoli presso il consiglio regionale della Campania, riconoscono l’errore immediatamente e comunicano agli interessati la modifica dell’elenco e il conseguente spostamento dell’azienda salernitana alla posizione richiesta. “L’errore – scrive il Corecom nella delibera – è manifestamente evidente e non deriva da inesatta valutazione dei presupposti di fatto e diritto”. Ciò significa che può essere sanato senza dover ricorrere a vertenze di carattere giudiziario. La nuova graduatoria stilata dal Corecom vede ai primi tre posti le emittenti napoletane Canale 9, Canale 8 e Napoli Canale 21. Seguono le salernitane Lira Tv e Telecolore e al sesto posto la casertana Italiamia. L’elenco permette anche di individuare la media di fatturato di queste aziende nel triennio precedente la richiesta: si scopre così che i risultati migliori li raggiunge Napoli Canale 21 con 3,1 milioni di euro mentre poco più giù (tre milioni) si attesta Tele A. Canale 9 e Canale 8, che occupano i primi due posti della graduatoria, si fermano rispettivamente a una media di fatturato annuale di 2,6 e 2,5 milioni di euro. Tra i casi più singolari quelli di Televesuviana, che dichiara una media annuale di introiti di 716,66 euro, e Tele Radio Buon Consiglio che invece non ha alcuna entrata. Sono 17 in tutto le domande di contributo, relative all’annualità 2009, non accolte dal Corecom. Nella maggior parte dei casi si tratta di imprese editoriali non iscritte ad Enpals e Inpgi o che non hanno raggiunto la soglia dei quattro dipendenti assunti per l’intero anno. Tra queste i nomi più noti sono quelli di Radio Italia Tv, Telesalerno 1, Casertamia, Rete 7, Prima Tv e 105 Tv.

 
TOSCANA – Il Corecom premia la buona comunicazione

Le eccellenze della buona comunicazione in Toscana premiate nel corso di una cerimonia trasmessa in streaming sul portale InToscana.it e alla quale ha partecipato in diretta web, Diego Bianchi in arte Zoro. Blogger conosciuto per i suoi video alla trasmissione Parla con me di Serena Dandini.

Nel corso della serata che si è svolta venerdì 22 ottobre nella Sala Grande della Biblioteca delle Oblate a Firenze, sono stati premiati i vincitori dei tre bandi di concorso emanati dal Corecom della Toscana (Comitato regionale per le comunicazioni): “La buona Tv in Toscana”, format di programmi di informazione; “La comunicazione libera la partecipazione”, messaggi di comunicazione sociale in collaborazione con Cesvot e Forum Terzo Settore; “Non è mai troppo presto”, format di trasmissioni per l’apprendimento della lingua italiana da parte delle comunità di stranieri
.
“Due sono gli obiettivi che ci hanno spinto e hanno animato i tre bandi” ha detto il vicepresidente del Corecom Leonardo Tirabassi in apertura della cerimonia di premiazione. “Da un lato segnalare alle istituzioni quelle emittenti che hanno, da un punto di vista di efficacia comunicativa, il migliore rapporto con gli utenti e il territorio. Dall’altro come stimolo per le televisioni locali a fare sempre meglio”. “Questo – ha continuato il vicepresidente – anche in considerazione delle sfide che ci attendono nel prossimo futuro: l’avvento del digitale terrestre e il passaggio istituzionale del federalismo”.

La cerimonia di premiazione, condotta dal direttore di InToscana Davide De Crescenzo, ha rappresentato il contributo dell’Authority regionale per l’innalzamento del livello qualitativo dell’offerta televisiva locale, in particolare nel settore dell’informazione e in quello, ancora poco sperimentato, dell’integrazione delle comunità straniere. In particolare con il premio ai messaggi di comunicazione sociale, l’intento è stato quello di riconoscere le capacità creative diffuse nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, che molte volte utilizzano il linguaggio audiovisivo per farsi conoscere, sensibilizzare, stimolare la partecipazione.

I vincitori e le motivazioni:

Bando “Non è mai troppo presto”
curato dalla consigliera del Corecom Daria Risaliti che ha premiato Canale 10, 1° classificato, con il progetto “Conoscere per conoscersi”.
Motivazione: “Per la sua stretta pertinenza con gli obiettivi del bando e la valenza generale e replicabile anche in altri contesti del progetto, nonché per il buon livello di fattibilità”.
Bando “La comunicazione libera la partecipazione”. A consegnare i premi, di cui una menzione speciale della giuria alla Croce Verde di Fossola per il video “Volontariato e territorio”, Vincenzo Striano, portavoce Forum Terzo Settore Toscana e Filippo Toccafondi, Consiglio direttivo CESVOT.
Motivazione della menzione: “Per la sua capacità di far emergere il valore del volontariato e l’efficacia della partecipazione attiva nella società”
Dal terzo al primo classificato: Radio Chianti Social Club Onlus per il video “Un sogno collettivo” – Motivazione: “Per la proposta che valorizza il passaggio da un mezzo tradizionale alle nuove tecnologie”; Meitheal per il video “Ora basta” – Motivazione: “Per l’efficacia del messaggio, diretto, incisivo e la buona realizzazione tecnica”; Switchcraft per il video “Higher Ground Connecta. Le strade più sicure sono le strade più vissute” – Motivazione: “Per la significativa proposta culturale che unisce originalità dell’idea e ottima realizzazione tecnica”
Bando “La buona Tv per la Toscana”. A consegnare i premi la consigliera regionale Daniela Lastri.
Al secondo posto ex equo:
Antenna 5 per il progetto “Sulla strada” – Motivazione: “Format che propone una costruzione originale della trasmissione di approfondimento informativo con una linea narrativa coinvolgente e appropriata alle finalità del bando. Il progetto prevede una revisione di modelli narrativi con un taglio capace di cogliere nel particolare aspetti universali”.
Consorzio Internews per il progetto “Toscana senza frontiere” – Motivazione: “Format particolarmente originale che offre un punto di vista innovativo sul legame tra la Toscana e i toscani nel mondo”.
Primo classificato Rete 37 per il progetto “La società che cambia” – Motivazione: “Progetto pienamente in linea con le indicazioni del bando di concorso, propone un format informativo che tratta in modo appropriato temi di rilevanza economica-sociale. Il progetto denota un’interessante articolazione della trasmissione, con un ottimo storyline”.